Pianeti abitabili Alieni: ce ne sono 60 miliardi

Pianeti abitabili Alieni: ce ne sono 60 miliardiNon sono pochi i pianeti abitabili alieni dove potrebbe trovarsi la vita.

Secondo un recente studio sono ben 60 miliardi e si trovano…  nella Via lattea (la Nostra galassia), che ricordiamo essere solo una delle miriadi di galassie che compogno lo spazio infinito: l’Universo.

Questa astronomica cifra ( è proprio il caso di dire) è data da uno studio sui dati che la sonda Kepler ha inviato in questo periodo di studio sugli esopianeti.

Vicino ad ogni nana rossa dovrebbe essere presente un pianeta delle dimensioni della Terra, ce lo dice un articolo di Space.com pubblicato ieri:

esopianeta abitabile

  • PIANETI SIMILI ALLA TERRA:

Per zona abitabile si intende la regione in cui un pianeta ha la giusta temperatura per mantenere l’acqua liquida sulla sua superficie, questo è un requisito per la vita come Noi la conosciamo. Se un pianeta è troppo lontano dalla sua stella, la sua acqua gela, se è troppo vicino, l’acqua vaporizza. Dal momento che le nane rosse sono dimmer (con un’intensità di luce minore ) e fredde del Nostro Sole, la loro zona abitabile è molto più accogliente rispetto al Nostro sistema solare.

“Se un pianeta sta in orbita intorno a una stella di piccola massa o nana, deve orbitare circa una volta al mese – una volta ogni due mesi per ricevere la stessa quantità di luce solare che riceviamo Noi dal sole”, ha spiegato un altro autore dello studio, Nicolas Cowan , un borsista post-dottorato presso la Northwestern University.

Con una tale orbita, un pianeta abitabile attorno a una nana rossa, diventerebbe rotazione sincrona, il che significa che avrebbe sempre un lato rivolto verso la sua stella, proprio come la Luna si affaccia Terra. Questo lato dovrebbe vedere la luce eterna.

Nel nuovo studio, i ricercatori hanno utilizzato simulazioni 3D per modellare il modo in cui l’aria e l’umidità si muoverebbero su un pianeta a rotazione sincrona attorno ad una nana rossa. Il team ha scoperto che l’acqua della superficie si tradurrebbe in nuvole d’acqua. Cosa c’è di più, le nuvole molto riflettenti avrebbero costruito nel punto del lato rivolto a stella dove è sempre alto mezzogiorno. Ciò avrebbe un effetto di raffreddamento nell’anello interno della zona abitabile, il che significa che i pianeti sarebbero in grado di sostenere acqua sulle loro superfici.

Se per esempio si guarda il Brasile o l’Indonesia con un telescopio da grande distanza, questi risulterebbero freddi, proprio grazie a questo effetto delle nuvole.

Pianeti abitabili Alieni: ce ne sono 60 miliardiultima modifica: 2013-07-02T21:24:00+02:00da arrigosarti
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Pianeti abitabili Alieni: ce ne sono 60 miliardi

Lascia un commento