Il mio primo articolo

Il mio primo articolo lo scrissi nel 1979, e parlava della rivoluzione islamica in Iran, ma cominciamo dall’inizio.

Era la fine del 1978, quando gli avvenimenti in Iran iniziarono a precipitare, infatti lo Scià di Persia andò esilio poco dopo, nel gennaio del 1979.

il mio primo articolo

il mio primo articolo

Era Settembre del 1978, quando la nuova Prof di italiano ci disse che per insegnarci a scrivere voleva fare un esperimento: farci diventare dei piccoli giornalisti. Invitò un suo amico: un vero giornalista in carne ed ossa di La Repubblica di Eugenio Scalfari, un giornale che si era costituito da pochissimo, un giornale che, come diceva la Nostra Prof. racchiudeva le migliori penne del giornalismo italiano, giornalisti indipendenti e molto bravi, dai quali potevamo prendere tanto.

Il giornalista venne diverse volte nella Nostra classe e Noi ascoltavamo estasiati i suoi racconti, ci spiegarono come si costruisce un giornale, la prima pagine, gli articoli, come si scrive un articolo, come cercare e CITARE LE FONTI.

Resta il fatto che una bella mattina, divisi in 5 o 6 gruppi (eravamo tantissimi ragazzini) scegliemmo l’argomento su cui, nelle settimane e mesi successivi avremmo scritto degli articoli. Io ero fissato con l’Iran.

Già da anni mi interessavo di storia , geografia e politica nazionale ma sopratutto internazionale, e l’Iran mi aveva sempre affascinato in quanto lo ritenevo un paese misterioso ( dove, come avevo letto da Marco Polo) tui arrivavi e ti facevano giacere con le propri mogli…

Nessuno dei miei compagni però voleva scrivere di Iran, erano tutti rivolti verso notizie provenienti dall’Italia, così rimasi solo.

Il giorno dopo portai il mio primo articolo sull’Iran e su quello che stava succedendo, era una paginetta scarsa di foglio di quaderno, piena di errori, un vero disastro. La prof mi diede un voto bassissimo, ma mi disse che avevo scritto cose interessanti che nemmeno Lei sapeva, quindi il giorno dopo portai una nuova notizia, sempre su quella crisi e così via per mesi.

Io gli portavo le notizie, lei mi correggeva una fila inesauribile di errori grammaticali, ma ogni volta io gli portavo cose inedite, curiosità, approfondimenti, sempre più completi e mai banali, sempre citando le fonti e gli articoli da cui li avevo presi.

In 1 anno di scuola ne sapevo più io di Iran, islam, medio oriente, petrolio, economia di petrolio, di guerra eccetera che tutti gli alunni di quella scuola in cui andavo, e la cosa nemmeno mi pesava per niente. Sì, perchè non è che mi mettessi a studiare o a perdere ore, compravo un giornale, leggevo gli articoli che mi interessavano su quella vicenda e poi ne scrivevo uno io, delle cose che mi avevano colpito di più.

Negli anni successivi, con i compagni della mia classe, continuammo anche se meno frequentemente a fare questo tipo di ‘attualità’, la chiamavamo, esperimento mai più fatto in altri tipi di scuola nè sentiti da amici, fu un’esperienza molto bella ed intensa, che mi fece imparare l’ABC del giornalismo e di come esprimersi agli altri e farli interessare a qualcosa.

Cercare storie interessanti, controllare .le storie cercando fonti alternative, fino a cercare di scovare la fonte principale o quantomeno quella più autorevole, è stato uno dei principi che poi, con il tempo mi sono sempre portato dentro e ho coltivato, la cosa mi è sempre servita a livello scolastico, ma anche per altre cose, e non sto parlando di Bloggare, visto che è una cosa che faccio da pochi anni. Cercare le fonti, sapere come sono andate le cose da diversi punti di vista, può veramente aprirti la mente e aiutare a farti un’idea veramente TUA ed indipendente di quello che ti sta accadendo intorno.

Non é detto che sia quella più giusta, ma dopo tanto tempo, riesci a capire qual’è la versione che più si avvicina alla realtà , proprio perché riesci ad intuire dove il giornalista ti vuole portare, riesci a distinguere tra notizia ed opinione

Il mio primo articoloultima modifica: 2015-01-09T19:56:51+00:00da arrigosarti
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Il mio primo articolo

  1. Pingback: Obama aiuterà terroristi siriani con armi e uomini | Massy B

Lascia un commento