Beppe Grillo: i legami con la CIA, Goldman Sachs e Soros

Beppe Grillo:  CIA, Goldman Sachs e SorosL’uomo che sussurrava ai potenti è un libro che sta uscendo in questi giorni, scritto da Luigi Besignani, in cui c’é scritto, tra le altre cose, dei rapporti con Beppe Grillo e i poteri forti come la CIA e i grandi banchieri.

Ma cosa c’é scritto in questo libro? 

Si parla di un pranzo tra Grillo ed alcuni diplomatici amercani ed agenti CIA, che sarebbe stato confermato anche  dell’ex ambasciatore americano in Italia , Ronald Spogli, ma Bisignani aggiunge “Avendo avuto anch’io il dispaccio in mano, c’è qualcosa che andrebbe approfondito”, secondo Bisignani infatti in quel dispaccio sarebbero stati tolti  “chirurgicamente quasi tutti i destinatari sensibili” e ci sarebbero coinvolti oltre alla Casa Bianca, al Dipartimento di Stato e alla Cia, “c’è da scommetterci ci fosse il Dipartimento dell’energia e la National Security Agency, che si occupa soprattutto di terrorismo informatico”.

Ma c’è dell’altro: 

Nel libro L’uomo che sussurrava ai potenti Bisignani aggiunge:

“agli americani  è noto il rapporto strettissimo che Grillo ha con due loro vecchie conoscenze, ta cui  Franco Maranzana, geologo, “considerato il suo più grande suggeritore su tematiche energetiche e ambientali non politically correct, in contrasto così con la linea ecologica che viene attribuita al movimento”, e “Umberto Rapetto, un ex colonnello della Guardia di finanza che si occupava di sicurezza informatica”.

In questo rapporto che i diplomatici USA hanno redatto su Grillo ci sarebbe scritto :”Molte idee di Grillo sono utopiche e irrealistiche. Ma a dispetto della sua visione politica incoerente, la sua prospettiva dà voce a una parte dell’opinione pubblica non rappresentata altrove”.

Grillo e i banchieri: “Sarà pure un caso – dice Bisignani – ma l’unico studio scientifico di decine di pagine fatto finora sul Movimento 5 Stelle nel febbraio 2013 è stato commissionato al think tank inglese Demos. Il supporto è stato dato proprio dalla Open Society di George Soros“.

Un altro personaggio che avrebbe rapporti con Grillo per questioni economiche sarebbe Jim O’Neill, della banca d’affari Goldman Sachs, il quale  forse vede nei grillini il grimaldello per scardinare l’euro“, sostiene sempre in questo libro.

Secondo Bisignani, ci sarebbe anche la visita dei capigruppo del Movimento 5 Stelle,  Vito Crimi e Roberta Lombardi all’ambasciatore David Thorne, appena dopo le votazioni che li videro eletti al Senato e alla Camera.

Ma Luigi Bisignani é attendibile?

Vediamo insieme chi é:

Laureato in economia, inizia a lavorare come giornalista all’ANSA, e viene definito uno degli uomini più potenti d’Italia, dal corriere.it, nonché un faccendiere, molto noto alle forze dell’ordine: 

Già iscritto alla Loggia P2, condannato a tre anni e 4 mesi nel processo Enimont, e coinvolto nell’inchiesta Why Not del pm Luigi De Magistris, a Bisignani vengono contestati ricatti, corruzione e concussione riguardano l’illecita acquisizione di notizie e di informazioni, anche coperte da segreto, alcune delle quali inerenti a procedimenti penali in corso nonché di altri dati sensibili o personali al fine di consentire a soggetti inquisiti di eludere le indagini giudiziarie ovvero per ottenere favori o altre utilità. Il 7 gennaio ’94 Bisignani viene arrestato nell’ambito di questa inchiesta. Nel 1998 la Corte di Cassazione conferma la sua condanna a due anni e sei mesi. A seguito della definitiva condanna, nel 2002 viene anche radiato dall’Ordine dei giornalisti.

Il 14 gennaio 2013 il figlio Renato, all’età di 27 anni, è nominato responsabile della comunicazione attività sportive della casa automobilistica Ferrari.

Certo che questo libro risulta essere intrigante, in quanto sembra svelare altri misteri d’Italia.

Voi lo comprerete? Io no.

Beppe Grillo: i legami con la CIA, Goldman Sachs e Sorosultima modifica: 2013-05-29T08:17:00+00:00da arrigosarti
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Beppe Grillo: i legami con la CIA, Goldman Sachs e Soros

Lascia un commento