Copiare i quiz Invalsi a scuola: come fare a dire basta

C’è grande polemica nella scuola pubblica italiana per le domande Invalsi: petizioni, ma anche scioperi ( dovuti anche a ragioni di salario degli insegnanti).

La petizione di firme contro i test:

personaggi importanti della cultura italiana, quali Guido Visconti, Moni Ovadia, Luciano Canfora, Pietro Barcellona, Romano Luperini, Donatella Della Porta, Angelo D’Orsi, Maria Grazia Campari, Cesare Bermani, hanno firmato per porre fine ai test Invalsi, in quanto si dicono contrari alla standardizzazione della cultura , e l’appello specifica: “i quiz standardizzati avviliscono il ruolo dei docenti e della didattica, abbassando gravemente la qualità della scuola l’inserimento di questa tipologia di prova in modo martellante, e collegato alla valutazione dell’efficacia della scuola,  spinge i docenti ad abdicare alla loro primaria funzione intellettuale e a piegarsi all’addestramento ai quiz”

Copiare i quiz sarà più difficile:

Copiare i quiz Invalsi a scuola: come fare l’anno scorso ci sono state molte polemiche, in quanto molti studenti tramite messaggini twitter e facebook si sarebbero dati una mano copiando i quiz a scuola, inoltre copiare tra compagni di banco sarebbe stato molto facile, e ci sarebbero state anche delle ‘compiacenze’ da parte dei professori’, come qualcuno ha riportato, ma ora il sistema è cambiato.

I quiz saranno diversi da studente a studente: ci sono 5 versioni differenti di quiz, e le domande saranno numerate in modo diverso, questo per evitare che si copi in classe.

Una volta che i quiz verranno distribuiti, ogni professore dovrà controllare che chi sta seduto vicino abbia una versione differente ( le 5 versioni sono numerate, per facilitarne il riconoscimento).

Nel manuale del somministratore diffuso anche quest’anno dall’Invalsi a coloro che dovranno effettivamente far svolgere le prove nelle classi, l’Invalsi chiede a chi effettua la prova di scrivere sulla lavagna l’ora di inizio e di fine della prova e, poi, di iniziare a girare costantemente tra i banchi, per assicurarsi che gli alunni lavorino in completa autonomia, con impegno e senza fermarsi.

Sciopero dei professori.

Contro gli esami Invalsi, i Cobas hanno convocato lo sciopero generale della scuola il 7 maggio nelle materne e nelle elementari, il 14 maggio nelle medie e il 16 maggio nelle scuole superiori. Lo sciopero è indetto anche per restituire a docenti ed Ata il salario bloccato con il blocco dei contratti e degli scatti di anzianità; per impedireche i docenti “inidonei” siano mandati in altre sedi,  e il licenziamento  degli Ata precari.

Copiare i quiz Invalsi a scuola: come fare a dire bastaultima modifica: 2013-05-06T10:28:00+00:00da arrigosarti
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Copiare i quiz Invalsi a scuola: come fare a dire basta

  1. Ormai la scuola è in decadenza: i professori non si fanno più rispettare e i ragazzi hanno preso il sopravvento.
    Ma come si può accettare che degli alunni utilizzino i cellulari a scuola?
    Che società di ignoranti ci aspetta in futuro.

Lascia un commento