Colosseo (Roma) biglietti e storia del circo massimo

Colosseo Roma biglietti storia E’ il più grande anfiteatro del mondo, la sua costruzione durò 8 anni ed oggi é il simbolo dell’Italia nel mondo, oltre che dell’Impero Romano.

Sia chi abita a Roma, sia chi ha visto l’Anfiteatro Flavio tante volte andando a Roma, nemmeno si rende conto che vale 96 Miliardi di Euro, come un recente studio della camera di commercio di Monza ha fatto sui vari monumenti italiani.

E’ questo Brand che potrebbe essere maggiormente oggi sfruttato a livello turistico.

In molte ricostruzioni ( come questa che vedrete) si dice che il Colosseo è stato costruito da schiavi: FALSO. Come recenti studi hanno accertato, il Colosseo, così come altri grandi monumenti del passato è stato costruito in larga parte da liberi cittadini, molti dei quali professionisti (muratori, carpentieri, scalpellini).

colosseo romaIl Colosseo è un patrimonio dell’umanità, come del resto il centro storico di Roma, dichiarato tale dall’UNESCO.

 

I posti erano veramente tanti, alcuni studiosi pensano che più di 80.000 persone potessero entrarvi, e con il tempo si riuscì addirittura a ricoprirlo tramite un sistema di vele, che lo rndevano più ospitale nonostante ci fosse il sole.

Fu inaugurato con 100 giorni di giochi tra gladiatori, bestiario, e quanto altro.

Ogni persona entrava solo con il biglietto, ed ogni classe sociale aveva un suo posto preciso, dai senatori ai giudici ( che avevano i posti migliori) all’Imperatore, a cui era dedicato anche un’entrata particolare.

Questa delle entrate fu un metodo poi applicato anche alle classi più alte, il cittadino di una classe inferiore doveva dare sempre il passo ad un cittadino di classe più elevata.

Questo sistema di entrata e di smaltimento di pubblico, fu fatto così bene che ancora viene adottato in tutti gli stadi del mondo.

Colosseo biglietti:

Per acquistare biglietti online si può andare sul sito della concessionaria ufficiale per la Sopraintendenza (coopculture.it) il costo di un biglietto:

 

Biglietto combinato colosseo foro e palatino, valido 2 giorni

  • intero : € 12.00
  • ridotto : € 7.50
  • cittadini UE tra i 18 e i 25 anni
  • biglietto on-line: 
  • diritto prevendita: € 1.50 
  • print@home: 
  • diritto prevendita: € 2.00 
  • biglietteria: chiude un’ora prima dell’orario di chiusura del sito.

Architettura del Colosseo:

 

L’elemento basilare del Colosseo è l’Arco Romano, una serie infinita di archi che reggono tutta la struttura.

Per fare il Colosseo vennero inventati il cemento (opus caementicium) e i mattoni, e per fabbricare questi venne inventata la prima fabbrica a produzione industriale, 2.000 anni prima di Henri Ford, che era costituita da centinaia di fucine in tutta Roma dove si cuocevano questi mattoni.

La struttura dell’anfiteatro è realizzata in blocchi di travertino (muri perimetrali e pilastri portanti), opera laterizia e blocchi di tufo (muri radiali e scale). L’esterno dell’edificio è scandito da 4 ordini architettonici sovrapposti che raggiungono un’altezza di quasi 50 metri. L’ultimo ordine ospitava un colonnato in marmo i cui frammenti (colonne e capitelli) sono visibili al piano terra.

L’edificio ha pianta ellittica con asse maggiore di m 188 e asse minore di m 156.

Al centro dell’edificio era l’arena, una piattaforma lignea (parzialmente ricostruita sul lato orientale) sulla quale si svolgevano i giochi e che veniva ricoperta di sabbia, in latino arena, da cui il nome.

colosseoL’anfiteatro era dotato di 80 arcate d’ingresso: 76 numerate, destinate agli spettatori e 4, orientate secondo i punti cardinali, riservate all’imperatore, alle autorità politiche e religiose e ai protagonisti degli spettacoli. Gli ingressi monumentali a nord e a sud conducevano a due palchi d’onore adiacenti l’arena, di cui uno riservato all’Imperatore.

 

Il Colosseo oggi
  • In occasione degli spettacoli il pubblico prendeva posto secondo una rigida divisione basata sul ceto sociale: una tessera indicava il posto assegnato.
  • La cavea, che poteva contenere fra i 40.000 e i 70.000 spettatori, era suddivisa in 5 settori orizzontali (maeniana) separati  da corridoi. I senatori occupavano l’ordine di posti più vicino all’arena (podium). Le gradinate superiori erano riservate ai  cavalieri e ad altre categorie sociali, mentre l’ultimo settore (summa cavea), con strutture lignee entro il colonnato, era destinato alla plebe. 
  • Alla sommità era una struttura mobile in legno e tela (velum) atta a riparare il pubblico dal sole.
  • Le strutture murarie oggi visibili al centro dell’edificio in origine erano ipogei coperti interamente dal piano dell’arena. Essi furono in gran parte costruiti alcuni anni dopo l’inaugurazione dell’anfiteatro, durante l’impero di Domiziano (81-96 d.C.) e furono più volte restaurati nel corso dei cinque secoli di attività dell’anfiteatro.
  • I sotterranei erano organizzati in 15 corridoi, realizzati in blocchi di tufo e mattoni, paralleli a una galleria centrale corrispondente all’asse maggiore dell’ellisse (est-ovest), e custodivano le attrezzature necessarie per i giochi, le armi e le gabbie  per gli animali. Montacarichi azionati da argani erano utilizzati per far comparire al centro dell’arena, attraverso botole e piani inclinati, gladiatori, animali e macchine sceniche. I montacarichi posizionati lungo i corridoi periferici, più ampi, erano  provvisti di gabbie e sollevavano gli animali; quelli nella zona centrale invece, erano utilizzati per le persone e le scenografie. Gli alloggi di questi macchinari e dei pali di sostegno dell’arena sono ancora individuabili nella pavimentazione dei sotterranei.
  • Il corridoio centrale dell’arena proseguiva al di sotto dell’ingresso orientale collegando i sotterranei alla più importante caserma di gladiatori, il Ludus Magnus, oggi parzialmente visibile nell’area archeologica tra Via Labicana e Via di San Giovanni in Laterano.
  • Un secondo corridoio sotterraneo, conosciuto come Passaggio di Commodo (luogo in cui l’imperatore Commodo secondo le fonti subì un attentato), collegava gli ipogei all’esterno; oggi l’accesso che da questo passaggio conduceva alla cavea è visibile nei pressi della terrazza sul lato meridionale.
Colosseo (Roma) biglietti e storia del circo massimoultima modifica: 2013-04-25T20:54:00+00:00da arrigosarti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento