I migliori siti di vendita per Katana e armi antiche

I migliori siti di vendita per Katane e armi anticheLa vendita di oggetti artigianali è un tipico ‘affare da internet’, nonché una bella idea regalo economica e divertente.

Dal produttore al consumatore, la facilità e il basso costo con cui si può gestire un sito web di vendite, sono state un grande incentivo per aziende individuali, familiari, o comunque di piccole dimensioni, che, offrendo ottimi prodotti a prezzi stracciati stanno rilanciando l’artigianato in quei posti dov’è sempre stato e dove sembrava andare a scomparire.

Una grande spinta pubblicitaria il mercato internet di vendita di armi bianche l’ha avuta grazie ai film e telefilm di Kung-fu ( a destra il corredo completo rifatto dal film ‘Kill Bill’) , Fantasy e storici, nonchè il mercato web orientale, cinese in particolare, dove quello il Wu-Shu – quello che Noi chiamiamo Kung-fu – è lo sport nazionale tradizionale per eccellenza il quale, rilanciato negli anni ’70 da Bruce Lee, ha trovato in questi ultimi anni ad Hollywood il massimo in fatto di sponsor… a costo zero!!.

In questa nuova moda di internet, la ‘vogliadi Kung-fu’, nonchè di sport annessi o simili, inevitabilmente accessori che vanno dal rifacimento di antiche spade di samurai, alle armi Wikinghe, dell’Impero Romano che, sebbene siano ‘solo’ delle copie, sono copie sono sorprendentemente identiche, robuste e grazie alla produzione di massa, possono essere vendute online (per es. una discreta Katana giapponese, a partire da 100 dollari americani, circa 75 euro europei).

I giovani anglosassoni sono già stati stregati da questa nuova moda, ed in casa in molti hanno la propria Katana, oggetto bello per quanto pericoloso.

In Italia per poter tenere una katana in casa ci vuole un piccolo permesso, una licenza da collezionista di armi bianche che tutte le questure rilasciano a meno che non abbiate commesso o siate indagati per ‘reati connessi’.

 

  • – Sword Academy: www.swordacademy.com;
  • – CB Sword Fantasy and reproduction – www.cbswords.com ;
  • – Medieval Sword – www.by-the-sword.com ;
  • – Samurau Sword For Sale- www.samurai-swords-for-sale.com ; 
  • – Old Sword – www.oldswords.com ;

La legge sulle ‘armi bianche’ in Italia è poco chiara – e non si capisce perché le organizzazioni di studio e di collezionisti non chiedano una revisione di tale vecchia legge – spesso, da Prefettura a Prefettura, c’è un’interpretazione differenete del testo.

Comunque sia, in tutti i Forum che parlano di questo e che abbiamo controllato, gli utenti hanno tranquillamente comperato le armi dal Giappone, America, Euripa dell’est, se le sono fatte spedire al proprio ufficio postale, hanno aspettato un pò per lo ‘sdoganamento’ e, una volta andati dai Carabinieri locali ne hanno denunciato il possesso come collezionisti, sia che fossero armi con lama affilata che con lama non affilata, la restrizione consiste di non farla uscire di casa, se invece non affilata e quindi oggetto di studio di arti marziali, può fare il tragitto da casa – palestra con Voi.

Ovviamente chiedere alla locale Questura prima dell’acquisto, è la cosa migliore da fare, per togliere di mezzo ogni possibile dubbio ed eventuale spiacevole conseguenza a posteriori.

Di seguito, un video di un ragazzo italiano che, dopo anni di studio, è diventato veramente un ‘drago’ con la Sua Katana ( ecco il suo account su Youtube http://www.youtube.com/user/nanokatana ):

Video Katana Freestyle Extreme.

COME E’ FATTA UNA KATANA:

Tsuba

  • L’insieme delle “finiture” del katana viene definito con il termine koshirae.
  • L’elsa (tsuka, 鍔) del katana si compone di:
  • guardia (tsuba, 鍔), solitamente metallica, posta tra il manico e la lama per proteggere le mani;
  • impugnatura in legno è ricoperta di pelle di razza (same), rivestita con una fettuccia di seta, cotone o pelle intrecciata (tsuka-ito), atta a migliorare la presa e ad assorbire il sudore; tra i vari intrecci dello tsukaito, trovano posto i menuki (fuchi e kashira), due piccole decorazioni in metallo inserite tra gli avvolgimenti dello tsukaito, una da un lato e una dall’altro. Il modo con cui l’impugnatura è avvolta dallo tsukaito è definito tsukamaki;
  • il pomolo.

Il fodero (saya, 鞘) è realizzato in legno di magnolia laccato ed è rifinito da:

koiguchi (鯉口) e kojiri: venivano applicati rispettivamente all’imboccatura del fodero e all’estremità opposta. Il koiguchi è fatto in corno di bufalo mentre il kojiri in corno o in metallo;

sageo (下緒): fettuccia di cotone intrecciata secondo vari tipi di trame e di svariati colori e tipologie. Aveva in passato utilità come cordino multi uso o per finalità estetiche, veniva annodato infatti in diversa maniera intorno al fodero secondo la moda del periodo, ed era utilizzato per fissare il fodero alla cintura (obi, 帯);

kurikata: anello solitamente in corno applicato al fodero a circa un palmo dal koiguchi, serve come passante per il sageo.

La lama vera e propria invece si divide in codolo (nakago, 中子), corpo della lama e punta (kissaki, 鋒). Il sugata è la forma che assume complessivamente la lama. Vista invece dal dorso al tagliente la lama si divide in:

  • mune (胸): il dorso della lama. Può essere distinto in vari tipi: hikushi (basso), takashi (alto), mitsu (a tre lati), hira o kaku (piatto), maru (arrotondato).
  • shinogi-ji (鎬): il primo dei due piani che formano la guancia della lama. Su di esso di possono trovare profonde incisioni longitudinali, solitamente sul primo terzo della lama, rappresentanti disegni (horimono, 彫物) o caratteri sanscriti (bonji, 梵字). Qui può essere presente anche un solco da entrambi i lati (hi) atto ad alleggerire ed bilanciare la lama.
  • shinogi (鎬): la linea di divisione tra i piani. Nella forma di lama denominata shinogi-zukuri, dopo il cambio di piano del kissaki determinato dalla linea di yokote, lo shinogi prende il nome di ko-shinogi.
  • ji: il secondo dei due piani che formano la guancia della lama.
  • hamon (刃文): la linea di tempra che caratterizza il katana ed ottenuta tramite tempra differenziata.
  • ha: la parte temprata ed affilata.
  • Hamon e bōshi [modifica]
  • Il particolare tipo di tempra “differenziata” tra dorso e filo produce una linea di colore leggermente diverso sul tagliente, detta hamon (刃文). La forma dello hamon costituisce un segno identificativo, per un occhio esperto, dell’epoca della lama e dell’autore costruttore (tōshō, 刀匠). Riportiamo alcuni tipi di hamon accompagnati dal significato letterale e dal periodo storico a cui si possono riferire:
  • ko-midare (小乱れ): “dritta frastagliata piccola” – periodo Heian (987-1183);
  • sugu-ha (直ぐ刃): “dritta” – periodo Kamakura (1184-1231);
  • notare-ha: “finemente ondulata” – era delle Dinastie Nordiche e Meridionali (1334 -1393);
  • hitatsura (皆焼): “tutta fiammeggiante” – era delle Dinastie Nordiche e Meridionali (1334 -1393);
  • midare-ha (乱れ刃): “irregolare” – periodo di Mezzo Muromachi (dopo il 1467);
  • gunome-ha: “ondulata largheggiante come le nuvole” – periodo di Koto (circa 1550);
  • kiku-sui-ha (菊水葉): “a fiori di crisantemo che galleggiano sull’acqua”, che i francesi chiamano extremement alambiquè, in quanto simile ai vapori che si producono nell’alambicco – primo periodo dell’era di Edo (1600);
  • sambon-sugi-ha: “gruppi di tre abeti”, ove il centrale è più alto degli altri due – periodo Edo (1688-1704);
  • toran-ha: “ondulato come le onde dell’oceano” – periodo finale di Edo (1822);

Kissaki

  • La parte di hamon visibile sulla punta della lama (kissaki) si chiama bōshi (母子, “pollice”). Riportiamo alcuni tipi di bōshi accompagnati dal significato letterale e dal periodo storico a cui si possono riferire:
  • kaen bōshi (火炎): “a forma di fiamma” – era Hogen (1156-1159);
  • jizo bōshi: “a forma di testa di prete” – era Hogen (1156-1159);
  • kaeri tsuyoshi bōshi: “solo sul dorso della punta, rivoltato” – primo periodo Kamakura (1170-1180);
  • ichimai bōshi: “area della punta interamente temprata” – periodo Kamakura (1170-1180);
  • yaki zumete bōshi: “attorno al filo della punta”, che termina sul dorso senza Kaeri, Periodo Meiji (1868-1912);
  • mru bōshi: “a forma di gruppo di persone”;
  • midare bōshi: “area temprata irregolarmente”, era Hogen (1156-1159).
I migliori siti di vendita per Katana e armi anticheultima modifica: 2013-03-17T04:37:00+00:00da arrigosarti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento