Borsa in calo, ma non è colpa del M5S di Grillo

Borsa in calo, ma non è colpa del M5S di GrilloIeri la Borsa di Milano ha perso l’ 1,5%: colpa di Grillo e del Movimento 5 Stelle?

In questi concitati giorni post elettorali si sono fatte tante ipotesi, per lo più per mancanza di conoscenza di cosa sia M5S e di cosa voglia realmente, che per realtà oggettive.

Il rialzo dello spread non è colpa del M5S o di chi l’ha votato, ( nel progamma del M5S non c’è nemmeno una parola sull’uscita dall’euro, come molti organi di stampa invece sostenevano) ma é una conseguenza del risultato elettorale incerto che non è riuscito a portare una sola forza politica ad avere una maggioranza certa.

I mercati hanno bisogno di certezze e vorrebbero che gli impegni economici presi dall’Italia siano rispettati, il problema è tutto qui. 

Ma allora, perché ieri la borsa ha perso l’1,5%?

In America arriva il sequester , cioè dei tagli automatici alla spesa pubblica.

A livello macroeconomico significa che la Fed emettarà meno debito pubblico, cosa che influenzerà negativamente l’economia americana, come ha detto lo stesso presidente della Fed proprio l’altro ieri.

L’economia americana infatti si sta lentamente riprendendo proprio grazie all’emissione di questo debito, ma non potrà esserci un sostanaizle migliorameto finche i risultati non ricadranno anche nel mercato del lavoro.

Quindi per questa volta i grillini sono salvi; ma se la nazionale di calcio italiana nel 2014 non si dovesse qualificare per il campionato del mondo, sarebbe colpa di M5S? Forse sentiremo anche questo…

Un’ultima curiosità: ricordiamo che dopo i primi concitati giorni dopo le elezioni, lo spread che era passato da 280 a 342 punti in un solo giorno, si sta riassestando e oggi è a 337 punti.

Negli ultimi 6 mesi lo spread ha avuto un minimo di 246 il 20 gennaio 2013 ed un massimo di 439 il 3 settembre 2012. 

Borsa in calo, ma non è colpa del M5S di Grilloultima modifica: 2013-03-02T07:32:00+00:00da arrigosarti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento