La Cina vieta la reincarnazione dei Monaci buddisti

La Cina vieta la reincarnazione dei Monaci buddistiIl totalitarismo riesce a fare questo ed altro: sembra assurdo ma il regime cinese ha promulgato una legge che vieta la reincarnazione dei monaci.

Nel buddhismo tibetano, la reincarnazione é una delle credenze principali, ma il regime di Pechino ha evidentemente paura della religione, e ora i monaci buddisti non si possono reincarnare senza il permesso di Pechino !!

La cosa potrebbe anche far sorridere, ma non é altro che un’ulteriore ingerenza nei fatti religiosi e politici dei tibetani cinesi.

Il Tibet ha diritto di scegliersi il proprio Dalai Lama, ma in questo modo, il prossimo Dalai Lama se verrà scelto tra monaci non amici di Pechino, non potrà essere acclamato tale

Questo cavillo legislativo potrebbe avere quindi un’enorme importanza politica.

Nel 1950 iniziò l’annessione del Tibet alla Cina, è la storia che tutti conosciamo.

Ma voglio postarvi questa profezia, fatta da un monaco tibetano nell’VIII° secolo: “quando l’uccello di ferro volerà e i cavalli correranno sulle ruote, il Dharma arriverà nella terra dell’uomo rosso e i tibetani saranno dispersi per tutta la terra“.

Incredibile, no?

La Cina vieta la reincarnazione dei Monaci buddistiultima modifica: 2013-02-22T14:15:00+00:00da arrigosarti
Reposta per primo quest’articolo